Non sei connesso Connettiti o registrati

 
 

Profezia di Malachia

Messaggio (Pagina 1 di 1)

avatar
 
Novizia
Novizia

Posted il Gio Set 04, 2014 7:26 pm

 
Salve, vorrei chiedere all'Illuminato Zaccaria se è vero che la profezia di Malachia sta per avverarsi.

Grazie!



Vedi il profilo dell'utente


avatar
 
Moderatore Illuminato
Moderatore Illuminato

Posted il Gio Set 04, 2014 7:50 pm

 
Giovanna ha scritto:Salve, vorrei chiedere all'Illuminato Zaccaria se è vero che la profezia di Malachia sta per avverarsi.

Grazie!
Cara Giovanna, nella prima metà del dodicesimo secolo (secondo alcuni intorno al 1140) Malachia, vescovo irlandese, redasse una serie di profezie riguardanti la successione dei Pontefici, dal 1143 (Celestino II)  fino all’ultimo Papa. Si tratta di 111 motti, scritti in latino. Le suddette profezie, secondo alcuni studiosi, potrebbero essere state ispirate da San Bernardo. Quel che è certo è che i vaticini di Malachia furono, per la prima volta, pubblicati nel 1595 da Arnold Wion in un testo noto come “Lignum Viate“. Le profezie di Malachia sono organizzate per motti, piccoli epiteti che dovrebbero caratterizzare e distinguere l’essenza di ogni pontefice. Sono accompagnate anche da una brevissima e sintetica descrizione. Molti autori sostengono che, fino ad oggi, le profezie di Malachia hanno trovato riscontro su ogni pontefice. Ad esempio (tralasciando i pontificati lontani), Giovanni Paolo II è stato descritto come “De Labore Solis” (levante del Sole), alludendo al fatto che Papa Woytila proveniva dell’est in quanto di origine polacca. A sua volta, Papa Ratzinger è stato definito “De Gloria Olivae“. In effetti, Papa Benedetto XVI appartiene all’ordine dei benedettini (noto anche come ordine degli olivetani) e porta sulla sua veste l’effige dell’ulivo.

L’ultima profezia testualmente recita: “In persecutione extrema sacrae romanae ecclesiae sedebit Petrus romanus, qui pascet oves in multis tribulationibus; quibi transactis, civitas septis collis diruetur, ed Judex tremendus judicabit populum suum. Amen” la cui traduzione è la seguente: “Durante l’ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa, siederà Pietro il romano, che pascerà il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste saranno terminate, la città dai sette colli sarà distrutta, ed il temibile giudice giudicherà il suo popolo. E così sia“.

Malachia descrive l’ultimo papa come “Pietro il Romano“. L’espressione può adattarsi alla figura di papa Francesco? Credo di si e proverò a spiegare il perché. Nel suo primo discorso pubblico, immediatamente dopo l’elezione, papa Francesco si è presentato non come pontefice delle genti ma come il “Vescovo di Roma”. Papa Francesco ha ribadito questo concetto in altre circostanze, richiamando l’attenzione sul fatto che il Papa vive in una realtà diocesana ed è un vescovo uguale ad altri vescovi, con l’unica differenza che il suo ministero di svolge a Roma.
Ora il primo vescovo di Roma è stato proprio “Pietro“ che, fin dalla sua elezione e pur rappresentando l’unificazione della cristianità, si presentò come “Vescovo di Roma“. Le figure presentano significative analogie in relazione al ruolo attribuito al pontificato ed alla stessa figura del pontefice. Inoltre, le espressioni usate da Bergoglio non sembrano esser state usate da altri pontefici. Siamo in presenza, cioè, di un lessico e di una qualificazione in contrasto con l’immagine e le proprietà manifestate da altri papi.
Nei termini sopra descritti, Papa Bergoglio potrebbe tranquillamente essere definito “Pietro il Romano“, con coincidenze metaforiche perfettamente collimanti con la profezia di Malachia sull’ultimo pontefice.
La profezia continua affermando che “Pietro il Romano” pascerà il suo gregge tra grandi tribolazioni, al termine delle quali la città dei sette colli sarà distrutta. Questa parte del vaticinio si riferisce ad eventi che devono ancora verificarsi. Le grandi tribolazioni potrebbero alludere ad una grave compromissione della fede cristiana o ad altri importanti avvenimenti tali da minacciare il credo. Dopo questi eventi, prendendo alla lettera la profezia, dovremmo assistere alla distruzione di Roma  (la città dei sette colli). Potrebbe trattarsi di un fatto empirico (distruzione fisica della città) o di una metafora (distruzione spirituale e religiosa della fede cattolica).

Benedittanza.



Vedi il profilo dell'utente



 
Chierico
Chierico

Posted il Lun Nov 10, 2014 5:33 pm

 
Sua Santità Benedetto XVI ha rinunciato all’incarico dell’ufficio di governo trans-nazionale del Vescovo di Roma, che è passato ad altri; in lui è rimasta, quale Vicario di Cristo a vita, la potestà di guida spirituale, suprema in materia di fede, che gli viene dallo Spirito Santo e come tale permane fino alla morte.
Il Vicario di Cristo rimane a vita Benedetto XVI in quanto l'investitura data dallo Spirito Santo è sigillo interiore e permanente nello spirito a vita fin quando non sopraggiunge morte fisica ed ha potestà di guida spirituale, suprema in materia di fede. Bergoglio è solo Vescovo di Roma come lui stesso si definisce ed ha potestà di governo giurisdizionale (investitura da Vescovo di Roma) che è trans-nazionale ed è suprema in materia di diritto canonico. Per quanto riguarda l'investitura da Successore di Pietro le chiavi della Chiesa ritornano nelle mani di Pietro il primo apostolo e quindi nelle mani di DIO e si compie la profezia di Malachia.

Pietro il Romano, è il Mio Pietro, l’apostolo originale, che governerà la Mia Chiesa dal Cielo sotto il comando del Padre Eterno. Poi, quando verrò a regnare, alla Seconda Venuta, regnerà su tutti i figli di Dio, quando tutte le religioni diventeranno una Santa Chiesa Cattolica e Apostolica. 
http://messaggidagesucristo.wordpress.com/2012/04/21/12-aprile-2012-il-prossimo-papa-potra-essere-eletto-dai-membri-allinterno-della-chiesa-cattolica-ma-sara-il-falso-profeta/ 
Il messaggio postato è un messaggio del Libro della Verità, annunciato nel Libro di Daniele per la fine dei tempi. 
Daniele 10,21 - Io ti dichiarerò ciò che è scritto nel libro della verità. 
Daniele 12,4 - Ora tu, Daniele, chiudi queste parole e sigilla questo libro, fino al tempo della fine: allora molti lo scorreranno e la loro conoscenza sarà accresciuta»



Vedi il profilo dell'utente


avatar
 
Moderatore Illuminato
Moderatore Illuminato

Posted il Dom Dic 07, 2014 3:12 pm

 
Antonello Burtone ha scritto:...
Grazie di cuore per la tua precisissima e dettagliata spiegazione, caro fratello in Cristo Antonello.
Ora è tutto più chiaro.
Prepariamoci alla Seconda Venuta.



Chi ha sete venga a me e beva (Giovanni 7,37)


Vedi il profilo dell'utente


#5

Contenuto sponsorizzato


 

Posted

 





Messaggio (Pagina 1 di 1)

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum


  • Total Posts:
  • Total Members:
  • Newest Member:
  • Most Online: Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 50 il Gio Ott 02, 2014 1:36 pm