Non sei connesso Connettiti o registrati

 
 

Gli spiriti maligni nelle case - Le infestazioni

Messaggio (Pagina 1 di 1)

#1

Ospite


 
Ospite

Posted il Lun Giu 23, 2014 11:57 am

 
Tratto da:

Un esorcista racconta di Padre Gabriele Amorth 


ESORCISMI ALLE CASE

Nella Bibbia non ne troviamo nessun esempio, ma l'esperienza ce ne mostra in certi casi la necessità e i frutti. Anche il Rituale non contempla questa forma di esorcismo. E vero che alla fine dell'esorcismo di Leone XIII viene detto di benedire il luogo in cui tale preghiera viene fatta; ma tutto il contenuto è volto ad invocare la protezione di Dio sulla Chiesa contro gli spiriti maligni, senza nessun riferimento ai luoghi.

Dico anche subito che non ho mai incontrato luoghi invasati da spiriti, così come sono descritti in certi romanzi o in certi film, specialmente in riferimento ad antichi castelli disabitati. In questi casi è evidente lo scopo di far spettacolo, di presentare scene ad effetto, senza nessuna base di studio serio. La realtà ci presenta invece casi frequenti di rumori, talvolta come scricchiolii, altre volte come botti; spesso si ha l'impressione di una presenza, di essere fissati, o toccati, o assaliti. È evidente che in questi casi può avere larga parte la suggestione, la paura che da corpo alle ombre.

Ma ci sono molti casi più complessi. Porte che si aprono e che si chiudono ad una stessa ora; passi che si odono nei corridoi; oggetti che si spostano o che spariscono, per ricomparire poi nei luoghi più impensati, animali che non si vedono, ma che si sentono muoversi.

Ricordo una famiglia in cui tutti, a una certa ora, sentivano aprirsi e richiudersi la porta d'ingresso, poi udivano un chiaro rumore di passi pesanti da uomo che attraversava il corridoio, per perdersi non si capiva in quale stanza. Un giorno, essendo presente un amico, si udì il consueto rumore tanto che l'amico chiese chi era entrato; per non spaventarlo gli risposero che era entrato un ospite di passaggio. So di insetti, gatti, serpenti che si sono materializzati; una persona che benedicevo ha trovato perfino un rospo vivo nel guanciale!

Il più delle volte la presenza malefica in un ambiente si manifesta causando disturbi fisici: insonnia, dolori di testa o di stomaco, un malessere generale che andando altrove non si verifica. In questi casi è facile un controllo, ma non è sempre facile capire la causa. 

Poniamo il caso di una persona che, ogni volta che si reca come ospite presso un parente stretto o presso un amico, avverte questi disturbi: insonnia, malessere, dolore al capo... che possono durare anche vari giorni; mentre non è soggetta a quelle sofferenze se va altrove. In questo caso il controllo è facile. La causa invece può essere molto varia.
Può trattarsi di pura suggestione, quando c'è qualche motivo che lo faccia supporre ad esempio, se una nuora va a casa della suocera che era contraria al matrimonio o che nutriva un amore possessivo verso il figlio. Ma potrebbero anche esserci cause malefiche.

Diciamo di sfuggita che è interessante il comportamento degli animali domestici di fronte a questi fenomeni. Capita spesso che, quando si ha l'impressione della presenza di una persona nella propria stanza, il gatto o il cane tengano fisso lo sguardo verso un certo punto; e capita che talvolta fuggano di scatto, terrorizzati, come se quell'essere misterioso si avvicinasse a loro. 

Potrei narrare tanti fatti interessanti per chi volesse farci uno studio apposito. Mi basti dire che, a mio parere, gli animali non vedono nulla di concreto, ma hanno una maggiore sensibilità dell'uomo ad un'eventuale presenza. E non nego che anche il loro comportamento possa essere un elemento di giudizio, per decidere se è il caso o no di procedere ad un esorcismo alla casa.

La cosa più importante, quando vengono persone angosciate da fenomeni di questo tipo, è di interrogarle bene e, se ce ne sono i motivi, esorcizzarle. Il più delle volte i fenomeni che abbiamo descritto non dipendono da presenze malefiche nelle case, ma da presenze malefiche nelle persone. In molti casi mi è capitato di non aver ottenuto nessun successo con l'esorcismo alla casa; mentre poi, procedendo nell'esorcizzare la persona o le persone, sempre più i fenomeni nella casa diminuivano fino a scomparire del tutto.

Come si procede nell'esorcismo alle case? P. Candido ed io usiamo questo metodo. Il Rituale contiene una decina di preghiere in cui si chiede al Signore di proteggere i luoghi dalle presenze malefiche. Si trovano nelle benedizioni alle case, alle scuole, altrove. Ne recitiamo alcune. Poi leggiamo la prima parte del primo esorcismo sulle persone, adattandolo alla casa. In seguito benediciamo ogni stanza, come si fa nella benedizione alle case. Ripetiamo lo stesso giro con l'incenso, dopo averlo benedetto. Terminiamo con altre preghiere. Ho trovato efficace, dopo l'esorcismo alle case, celebrarvi la messa.

Se si tratta di disturbi di lieve entità, un solo esorcismo è sufficiente. Se i disturbi provengono da un maleficio e il maleficio viene ripetuto, occorre ripetere anche l'esorcismo, fino a rendere la casa "impermeabile" ai malefici. Nei casi più gravi le difficoltà sono molte. 
Ad esempio, mi sono trovato a esorcizzare appartamenti in cui per lungo tempo si erano tenute sedute spiritiche, o che erano stati abitati da stregoni che vi facevano magia nera. Peggio poi se vi fossero stati celebrati culti satanici. In alcuni casi la gravita dei disturbi e la difficoltà di giungere a una totale liberazione erano tali che ho dovuto consigliare di cambiare abitazione.

Casi diversi, non gravi, si hanno quando bastano preghiere per ristabilire la quiete. Una famiglia era disturbata da inspiegabili rumori notturni; ha fatto celebrare dieci messe, alla fine delle quali i rumori si sono molto affievoliti. Ha provveduto a far celebrare altre dieci messe e alla fine i rumori sono scomparsi del tutto. Erano forse anime del Purgatorio che, per divino permesso, hanno potuto farsi sentire per chiedere suffragi? È difficile dirlo. A me basta segnalare il fatto, dato che mi è capitato più volte.

Don Pellegrino Emetti, il più noto esorcista del Triveneto, assai noto anche come studioso di musica e come biblista, ha avuto esperienza di casi molto gravi. Presso una famiglia, oltre ad aprirsi e chiudersi finestre e porte, benché ben fissate, volavano sedie, ballavano gli armadi, ne capitavano proprio di tutti i colori. Ha trovato risolutivo l'uso contemporaneo dei tre sacramentali, a cui noi esorcisti facciamo continuo ricorso. Ha consigliato di mescolare insieme in un recipiente qualsiasi tazzina, bicchiere... acqua, olio e sale esorcizzati. Poi ha consigliato di versarne, tutte le sere, un cucchiaino sul davanzale di tutte le finestre e ai piedi di tutte le porte, recitando ogni volta un Padre nostro.

Il rimedio è risultato decisivo. Dopo un certo tempo in quella famiglia hanno sospeso questo uso; passata una settimana gli inconvenienti hanno ricominciato a rovinare la quiete domestica per cessare immediatamente, appena ripreso il rimedio suggerito.

Un'altra domanda che mi sono sentito fare è a proposito degli animali domestici: è possibile che siano invasati dal demonio? Che cosa occorre fare? Il Vangelo ci narra di quella legione di demoni che chiese a Gesù il permesso di entrare in due branchi di porci; Gesù lo permise e tutti quegli animali si precipitarono nel lago di Genezaret, ove affogarono. Conosco il caso di un maldestro esorcista che comandò a un demonio di andare a invadere il maiale di una famiglia contadina: l'animale divenne furioso e sbranò la padrona. Inutile dire che venne immediatamente ucciso.

Si tratta quindi di casi sporadici, che hanno portato subito alla morte dell'animale. Mi è stato raccontato di un mago che faceva uso del suo gatto per portare a destinazione oggetti malefici; in questo caso direi che l'indemoniato era il padrone, non l'animale. Si noti anche che il gatto è considerato un animale che "assorbe spiriti" e talvolta gli spiriti malefici si rendono visibili sotto forma di gatto. Per certi maghi e per certi tipi di magia è fondamentale servirsi di un gatto. Ma non ne ha nessuna colpa questo simpatico animale.

Diciamo pure che, come possibilità, anche l'infestazione di animali è possibile ed è lecito procedere a benedizioni su di essi per ottenerne la liberazione. Diciamo anche che, in tutti i casi di infestazione di luoghi, di oggetti, di animali, come del resto per gli altri casi, l'esorcista deve conoscere i fenomeni dovuti a cause paranormali. È una conoscenza necessaria, per evitare equivoci anche se in questo libro non abbiamo l'opportunità di trattarne direttamente.

Ricordiamo infine che già nei primi secoli cristiani si esorcizzavano anche case, animali, oggetti. Ce lo testimonia, tra gli altri, Origene. Giustamente, come già abbiamo fatto notare, il nuovo Catechismo parla di esorcismi non solo alle persone, ma anche agli oggetti n. 1673.








Don Gabriele Amorth è un sacerdote della Società San Paolo, esorcista della diocesi di Roma e presidente onorario dell'Associazione degli Esorcisti





Messaggio (Pagina 1 di 1)

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum


  • Total Posts:
  • Total Members:
  • Newest Member:
  • Most Online: Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 50 il Gio Ott 02, 2014 1:36 pm